• Lucia

Cous cous colorato

Dopo aver colorato il riso, la pasta, il sale, i fagioli, oggi vi presento il cous cous colorato. 

Eh si, questa cosa di tingere tutto coi coloranti alimentari mi sta prendendo un po' la mano devo ammetterlo.

Ma l'idea era troppo allettante per desistere, vi spiego subito come si fa.



Vi serviranno:

- 5 o 6 sacchetti per alimenti

- 250 gr di cous cous (io ho usato quello scaduto)

- coloranti alimentari in gel

- aceto di vino bianco

1. Dividete il cous cous nei scacchetti. 

2. Versate in ogni sacchetto un cucchiaio di aceto e due o tre gocce di coloranti alimentari diversi.

3. Chiudete il sacchetto e agitatelo, massaggiatelo, stropicciatelo fino a quando il cous cous nonn avrà assunto un colore uniforme.

4. Riaprite i sacchetti e lasciateli aperti un paio di ore. Se preferite potete mettere il contenuto in un piatto di plastica o una ciotolina.

Il cous cous colorato è pronto per essere usato in diversi modi.



Come contenuto per un vassoio sensoriale con cui fare manipolazione, travasi, prescrittura.



Come materiale per realizzare dei collage come delle maschere di carnevale.


Oppure per progetti un po più elaborati di arte e immagine. 

Qui ispirandomi a dei dipinti di Picasso e Gino Severini, i quali hanno rappresentato spesso la figura di Arlecchino, ho realizzato dei dipinti materici a losanghe. Usando del nastro adesivo giallo e del nastro isolante nero ho separato le varie parti. Cosparse singolarmente di colla vinilica e spolverate con cous cous colorato. 



Se volete saperne di più andate a leggere il mio articolo su www.mammmamogliedonna.it.

Un materiale insomma, facilmente reperibile, economico e che può far divertire i bambini da 0 anni in poi.

100 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti